Nicola Lamon ha compiuto gli studi musicali al conservatorio  “B. Marcello” di Venezia diplomandosi con il massimo dei voti e la lode, in Organo e composizione organistica con Elsa Bolzonello Zoja, in Clavicembalo con Sergio Vartolo e Marco Vincenzi e in Prepolifonia con Lanfranco Menga.

Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento presso varie accademie internazionali: in organo e improvvisazione con H. Davidsson e W. Porter a Smarano (TN), con J.L. Gonzalez Uriol a Daroca (Spagna), Hans Fagius (Haarlem NL), presso l’Accademia Chigiana di Siena, per il clavicembalo, con Cristophe Rousset, conseguendo il diploma di merito.

Ha ottenuto diversi riconoscimenti in vari concorsi nazionali e internazionali: in organo il terzo premio a Borca di Cadore nel 2001 e nel 2005, il primo premio a Viterbo nel 2003 e il terzo premio a Fano Adriano (TE) nel 2006; in clavicembalo il primo premio a Fusignano (RA) nel 2003 e il primo premio a Pesaro nel 2005.

Con il collega David Brutti al cornetto ha fondato il duo “Seicento Stravagante” impegnato nella valorizzazione degli strumenti a tasto rinascimentali e barocchi effettuando registrazioni discografiche e concerti. (https://www.youtube.com/channel/UCNQS_3h9Q9kH4rxnAttgnAg). E’ organista titolare dell’Ensemble “I Disinvolti”, specializzato nella musica del primo Seicento e con il quale ha inciso in prima esecuzione mondiale un vespro della Beata Vergine del veneziano Giovanni Antonio Rigatti.  (https://www.youtube.com/watch?v=kltNVW_pwyY) Ha inciso per le etichette Tactus, Discantica, Brilliant, Arcana, BIS,Extended Palace, Amadeus, Fra Bernardo Records, Velut Luna.

Svolge inoltre attività di organista e clavicembalista continuista in diverse formazioni, collaborando come tale a masterclass e corsi di perfezionamento. E’ impegnato altresì nella monumentale esecuzione e registrazione integrale dei due libri del Clavicembalo ben temperato e l’Arte della Fuga di J.S.Bach su copia storica di un clavicembalo Silbermann. Attualmente è docente di lettura della partitura presso il conservatorio Jacopo Tomadini di Udine.