Grosseto è un gioiello racchiuso in imponenti mura di cinta. Entrando nel centro storico avrete come l’impressione di calpestare secoli di storia, tutto sembra sospeso nel tempo. Vale la pena passeggiare tra le stradine acciottolate del centro dominato dalla Fortezza Medicea, da lassù la vista è sul mare e la terra. 

Cosa vedere a Grosseto 

Grosseto è un centro storico tutto da scoprire. La visita non può che iniziare da Piazza Dante, circondata da bellissimi palazzi con porticati. Da lì è possibile raggiungere il Duomo di Grosseto. La sua costruzione risale al 1294 e fu realizzata dall’architetto Sozzo di Rustichino tra il 1294 e il 1302. La chiesa è stata più volte rimaneggiata ma conserva delle opere importanti come la Fonte Battesimale di Antonio Ghini, l’altare della Madonna e l’acquasantiera. 

Palazzo Aldobrandeschi (o anche Palazzo della Provincia) si trova su un altro lato di Piazza Dante: è un bellissimo palazzo realizzato secondo la tipica architettura medievale senese.

Passeggiando lungo Corso Carducci si incontra la Chiesa di San Pietro, la chiesa più antica della città. La chiesa fu realizzata in stile romanico nel corso del VIII secolo lungo la Via Aurelia. La chiesa è composta da una sola navata. 

Tra le cose da visitare il Museo Archeologico e d’Arte della Maremma che si trova in Piazza Baccarini e che al suo interno conserva urne trusche, numerosi oggetti etruschi e reperti provenienti dal sito archeologico dell’antica città di Roselle.

Inoltre la trecentesca Chiesa di San Francesco che al suo interno conserva il Crocifisso su tavola attribuito a Duccio di Boninsegna e gli affreschi realizzati da Antonio e Francesco Nasini. Prima di lasciare la città da non perdere un giro sulle sue mura che sono tra le più integre e meglio conservate in Italia. 

Principali punti di interesse da visitare a Grosseto