Giorgio Albiani svolge un’intensa attività concertistica come solista esibendosi nei più importanti festival internazionali in città come Parigi, Lugano, Buenos Aires, Bologna, Firenze, Barcellona, Siviglia, New York, in teatri come il Theatre Du Forum Des Halles, Centre Pompidou, Salle Cortot, la Morgan Library di New York e l’Oratorio del Gonfalone di Roma. Ha collaborato con vari ensemble strumentali e tra gli altri l’Ensemble de Guitares de Paris e il quartetto di chitarre “Opera Nova” con i quali ha inciso il cd “Images”, coproduzione italo-francese.

Attualmente fa parte del quartetto “Take Four” i cui componenti provenienti da Italia, Francia e Belgio gli conferiscono una forte ispirazione europea. Con il chitarrista argentino Omar Cyrulnik, docente dell’Universidad de Las Artes de la Repubblica Argentina Buenos Aires, ha fondato “DuotanGO” con il quale ha inciso il cd “Verdemar”, tenendo concerti nelle più prestigiose stagioni concertistiche di tutto il mondo.

Nel campo della musica etnica, Giorgio Albiani ha stretto da anni un sodalizio con il trio vocale i Viulàn per i quali, oltre a essere la chitarra principale, compone gli arrangiamenti strumentali. Con i Viulàn ha vinto un Disco d’Argento EMI e il II* premio al prestigioso Concorso Unesco “Sharq Taronalari” di Samarcanda, tra oltre quaranta gruppi in rappresentanza di altrettanti Paesi del mondo. Inoltre, sempre con i Viulàn, Giorgio Albiani si è esibito tra gli altri al Festival di Edimburgo, delle Dolomiti e di Fès e ha registrato per Rai, Warner, EMI e BBC.

Nel 2018 è nata la collaborazione con il grande sassofonista jazz Francesco Santucci con il quale propone programmi musicali tra jazz, classica e musica elettronica nei più importanti festival europei.

È commissario in concorsi internazionali tra i quali il Concours International de Guitare de Paris (F) e Concurso Internacional de Ejecución Musical Luis Sigall de Vina del Mar (Chile) e docente in master class di alto perfezionamento presso Conservatori Italiani e Stranieri, tra i quali spiccano quelli di Parigi, Granada, Siviglia, Perpignan, Digione, Buenos Aires e l’Académie de Musique Fondation Prince Rainier III de Monaco.

È coordinatore del Corso di Musica Elettronica e titolare della cattedra di Chitarra al Conservatorio Statale di Musica “B. Maderna” di Cesena; è Docente del Corso Superiore di Chitarra all’Accademia D.I.M.A International Music Academy in Arezzo, di cui è anche direttore artistico.

D.I.M.A., che ha sede in Casa Petrarca ad Arezzo, dal 2017 ha creato “I Laboratori del Suono” un innovativo progetto di didattica e ricerca in sodalizio con Armonica Onlus di Marco e Monica Morricone, sostenuto da SIAE, Banca Euromobiliare e Fondazione Casa dello Spirito e delle Arti presieduta da Arnoldo Mosca Mondadori.

Dal 2019 D.I.M.A. e Armonica Onlus stanno sviluppando un protocollo di ricerca sul tema della musicofilia legata a particolari sindromi, in collaborazione con il Centro Nazionale Malattie Rare dell’Istituto Superiore di Sanità.